Home Montagne
Il percorso della Traversata Carnica
Itinerario III - Dalla Malga Dignas al Rifugio Calvi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2009 16:51

Partendo dall'Agriturismo Malga Dignas si inizia a salire attraverso la vegetazione sul sentiero indicato dal segnavia numero 170 fino alla Casera Campobon, presso la quale si incontra la Strada delle Malghe che sale anch'essa dalla Malga Dignas e può essere un'alternativa per arrivare fino a qui.

Proseguendo verso est sulla stessa Strada, il percorso è leggermente ascendente e si incontrano sia la Casera Cecido sia la Casera Manzon (1890m).

La Strada delle Malghe continua sempre con segnale numero 170 aggirando Cima Manzon (2328m) e successivamente Col Chiastelin (2337m) fino a raggiungere Casera Chiastelin e infine Casera Antola di Sopra. Il percorso si fa a questo punto di nuovo ampio seguendo la direzione sud-ovest fino a Malga Chivon (1745m).

La Traversata Carnica continua con segnavia 134 sul versante sud-est del Col della Varda (2012m), da cui è già visibile il Monte Peralba (2694m).

Il percorso inizia a salire lasciando la vegetazione alle spalle fino al Passo dell'Oregone presso cui si trova il confine di stato Italia/Austria. Il sentiero, adesso indicato con numero 132, continua in  quota in direzione sud, tenendo il Peralba sulla destra, fino ad arrivare in prossimità del Passo Sesis a circa 2300m. Da qui, scendendo in direzione sud, si arriva subito al Rifugio Pier Fortunato Calvi (2164m).



 

map_go Download cartine topografiche (3.6MB)

© Euroedit srl - Trento, è vietata la riproduzione
Le cartine sono disponibili presso tutti gli uffici turistici della zona

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2009 21:18
 
Itinerario I - Dal Rifugio Gallo Cedrone al Rifugio Rinfreddo PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2009 16:51

Partendo dal Rifugio Gallo Cedrone si avanza in quota verso sud-ovest tenendo il confine di stato sulla sinistra, fino a trovarsi in prossimità della Sillianer Hütte. Da qui si continua su territorio italiano seguendo il sentiero indicato dal segnavia n.ro 403, passando presso il Hornischegg (M. Arnese), il Hollbrucher Spitz (Cima di Pontegrotta) e la Sella di Nemes.

Il percorso continua poi in territorio italiano fino alla Sella dei Frugnoni (2539m): da qui si scende seguendo il segnavia n.ro 160 fino al Passo Silvella (2329m) e si continua sul fianco del Col Quaternà (segnavia 148) fino alla Sella Quaternà (2379m).

La strada da qui si fa più ampia scende fino a quota 2053m (segnavia 173) fino ad un bivio presso il quale, scendendo a destra, si riaggiunge il Rifugio Rinfreddo (1900m).

 

JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

 

map_go Download cartine topografiche (3.6MB)

© Euroedit srl - Trento, è vietata la riproduzione
Le cartine sono disponibili presso tutti gli uffici turistici della zona

Itinerario successivo arrow_next

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2009 21:18
 
Itinerario II - Dal Rifugio Rinfreddo alle malghe Melin e Dignas PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2009 16:51

Partendo dal Rifugio Rinfreddo si sale lungo la strada segnalata dal numero 149 e che contiunua, dopo un primo bivio, con segnavia 173: si arriverà alla Sella del Quaternà ad una quota di 2379m da cui poi si prosegue scendendo lievemente per la via 148.

Arrivati presso il Passo Silvella a 2329m, si inizia a salire rapidamente di quota attraverso la via 160 fino alla Sella dei Frugnoni, dove si incontra il confine di stato Italia/Austria che affianca il percorso della Traversata. Da qui in poi si rimane in quota, seguendo sempre il confine in direzione sud-est incontrando la Cima Vanscuro (2678m) e percorrendo il versante sud del Monte Cavallino (2689m). I

l segnavia da seguire rimane il numero 160, che passando per la Forcella Cavallino inizia a scendere sul versante sud della Cresta della Pitturina e della Cima Vallona (2532m), fino al Passo di Cima Vallona. In alternativa si può prendere il Sentiero Attrezzato C. D'Ambros (segnavia 191).

Dal Passo di Cima Vallona si possono seguire due sentieri alternativi. Il primo procede verso l'Agriturismo Malga Melin che scende rapidamente fino a quota 1673m con segnavia 144. La seconda possibilità è di continuare in quota (segnavia 160) salendo verso la Cima Palombino (2600m), scendendo per un tratto seguendo il 142 e poi la Valle del Palombino, fino ad arrivare all'Agriturismo Malga Dignas a quota 1686m.

 

JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

 

map_go Download cartine topografiche (3.6MB)

© Euroedit srl - Trento, è vietata la riproduzione
Le cartine sono disponibili presso tutti gli uffici turistici della zona

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2009 21:15
 
Itinerario V - Dal Rifugio Lambertenghi al Rifugio Marinelli PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2009 16:51

Partendo dal Rifugio Lambertenghi - Romanin a 1955m si scende in direzione sud in territorio italiano, tenendosi sul versante sud-ovest del Monte Coglians e seguendo il segnavia 145.

Continuando a salire si segue il sentiero attrezzato Spinotti fino ad arrivare intorno a quota 2000m dove il percorso si fa meno ripido e successivamente scende verso il Pic Chiadin (2303m).

Continuando a scendere si aggira il Pic Chiadin sul versante sud per raggiungere brevemente il Rifugio Marinelli (2111m).


JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

 

map_go Download cartine topografiche (3.6MB)

© Euroedit srl - Trento, è vietata la riproduzione
Le cartine sono disponibili presso tutti gli uffici turistici della zona

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2009 21:21
 
Itinerario IV - Dal Rifugio Calvi al Rifugio Lambertenghi PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2009 16:51

Dal Rifugio Pier Fortunato Calvi (2164m) si sale in direzione nord verso il Passo Sesis, da cui si continua scendendo lungo il segnavia 140.

Arrivati alla Casera Fleons di Sopra (1864m) si continua ancora scendendo verso est seguendo lo stesso sentiero 140 per arrivare alla Casera Fleons di Sotto, per poi salire sul sentiero 142. Quest'ultimo prosegue per la Casera Sissanis e la Sella Sissanis e il Passo Giramondo (2005m) presso il quale si trova il confine di stato.

Il percorso a questo punto continua su territorio austriaco e segnavia 403, scendendo progressivamente lungo la Obere Wolayer Alpe.

Risalendo il costone fino al Bimbaumer Torl si raggiunge il rifugio austriaco Pichl Hütte, da cui si può vedere il Lago Volaia.

Dopo 5 minuti di cammino lungo il lago tra il Monte Capolago (2492m) e il Coglians (2780m) si raggiunge il Rifugio Lambertenghi - Romanin a 1955m.

 

JavaScript must be enabled in order for you to use Google Maps.
However, it seems JavaScript is either disabled or not supported by your browser.
To view Google Maps, enable JavaScript by changing your browser options, and then try again.

 

map_go Download cartine topografiche (3.6MB)

© Euroedit srl - Trento, è vietata la riproduzione
Le cartine sono disponibili presso tutti gli uffici turistici della zona

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Giugno 2009 21:20
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2