Home Montagne Rifugi Rifugio Sorgenti del Piave
Rifugio Sorgenti del Piave PDF Stampa E-mail

La Sella del Col di Caneva fra le pendici sud-occidentali del Peralba e il Col di Caneva costituisce il valico di collegamento tra il Gruppo del Peralba e quello del Rinaldo, quindi tra la Val Sesis e la Val Visdende. Su questa sella si trova la sorgente del Piave, fiume sacro alla patria per la sua importanza storica derivata dalle vicende della Prima Guerra Mondiale. In prossimità della sorgente si trova un bar ristorante, appunto chiamato Sorgenti del Piave (1830m), aperto in tutto il periodo estivo.

La Sella è sovrastata dalle pareti del Peralba, ma un breve cammino sul Col di Caneva (1939m) ne allarga l'orizzonte.

Accessi

  1. Da Cima Sappada (1290m) per la Val Sesis
    Segnavia 132, ore 2,30 a piedi su strada asfaltata aperta al transito automobilistico (8,5 km).
    Gli imbocchi principali della strada sono dalla chiesa di S.Osvaldo presso Cima Sappada oppure dal Vecchio Mulino di Cima Sappada, visibile dal tornante della statale che porta in centro paese. La strada risale la Val Sesis, passando dopo una serie di tornanti presso i Piani del Cristo (ristorante Piani del Cristo a 1410m) e 1,5 km più avanti per il Pian delle Bombarde (Baita Rododendro a 1468m). Dopo un lungo tratto sul fondovalle si spalanca la visione del M.Chiadenis e del M.Peralba e continuando si arriva al bivio per il Rifugio Calvi per poi raggiungere il ristorante Sorgenti del Piave dopo 1km.

  2. Dalla Val Visdende - Costa d'Antola (1332m)
    • per la bassa Val dell'Oregone e la Sella del Col di Caneva, segnavia 132-137, ore 2-2,15
      A Costa d'Antola (Trattoria da Plenta, 1332m) si passa il ponte e si prosegue per la strada boschiva con segnavia 132 presso il fondo della Val dell'Oregone. Dopo circa 3km si passa il torrente e si prosegue per la mulattiera nel bosco. Giunti sulla base del crestone occidentale del Peralba ad un bivio, si segue la mulattiera (segn. 137) che sale nel bosco con numerosi tornanti. Usciti dal bosco si continua per la parete meridionale del Peralba e con gran vista sulla Val Visdende, verso la vicina Sella del Col di Caneva (1830m) fino al ristorante.
    • per Casera di Sesis e il Roccolo di Caneva, segnavia 132-136, ore 2-2,15
      Si segue la strada dell'itinerario precedente per circa 2,15 km, lasciandola sulla destra per scendere ed attraversare il torrente in corrispondenza della Casera di Sesis (1435m). Si prosegue per mulattiera sulle pendici del Col di Caneva, raggiungendo la modesta insellatura del Roccolo (1790m), per poi continuare sulla via 136 che conduce sulla strada che sale da Cima Sappada. Da qui si è in poco tempo al ristorante.